Nassa da Pesca Pieghevole per Anguille: Prezzi e Opinioni

0

Uno dei mestieri e hobby ancora molto praticato in Italia, grazie sicuramente alla particolare conformazione geografica della nostra penisola, è la pesca di piccole dimensioni. Questa non ha nulla a che vedere con gli automatismi che ora imperano nei grandi pescherecci di produzione e vendita di pesce industriale.

Quando si parla di hobby o di tradizioni tramandate di padre in figlio nella pesca, non si può dimenticarsi di uno degli strumenti artigianali che hanno accompagnato generazioni di pescatori a largo delle coste o dei corsi d’acqua alla ricerca di prelibate specie da mangiare: la nassa.

La nassa è un tradizionale e antico strumento di pesca a forma di campana o di barile con meccanismo a trappola che un tempo veniva creato intrecciando rami di giunco, ora sono costituiti da reti di metallo o di plastica con all’estremità un imbuto.

All’interno della nassa si inseriscono delle esche, cibo o piante molto odorose come i rami di lauro che riescono ad attirare i pesci all’interno, che per acchiappare l’esca forzano le maglie della nassa rimanendo poi bloccati all’interno della stessa.

In questa guida andremo a vedere in particolare diversi modelli di nassa pieghevole utilizzabili per la cattura di anguille con la comodità di poterle riporre occupando una porzione ristretta di spazio nelle proprie imbarcazioni, soprattutto in quelle di piccole dimensioni quali sono di solito quelle utilizzate per pescare con le nasse.

Come funziona una nassa

Prima di visionare alcuni modelli di nasse per la pesca, è fondamentale capirne il funzionamento per perfezionare la propria tecnica di pesca e non tornare a casa con le mani vuote.

Bisogna innanzitutto sapere che per legge, se si utilizzano delle nasse con reti di nylon, è possibile portarne solo due a bordo della propria imbarcazione. Per questo motivi i nassari professionisti preferiscono utilizzare ancora le nasse fatte a mano ma di difficile riperimento.

Solitamente chi utilizza le nasse cala le trappole in acqua al tramonto per recuperarle prima dell’alba, legate a coppie da una corda e con un peso, con in superficie un segnalatore che possa facilitare il ritrovamento e il recupero al pescatore.

Nel caso particolare della pesca di anguille si utilizzano delle particolare nasse, chiamate “bartavelli”, che sono leggermente più lunghe di quelle tradizionali e vengono utilizzate proprio in ambiente lagunare per la pesca delle anguille.

Modelli e prezzi

Sul web diversi sono i modelli di nasse o bartavelli disponibili all’acquisto, ma solo alcuni sono indicati o suggeriti per le anguille. Di seguito andremo a vedere alcuni modelli pensati appositamente per questo tipo di pesci.

Uno dei modelli più economici messi in vendita da PianetaPesca è il bertavello per anguille della Zepre con bocca larga 50 centimetri che si restringe fino a 27 centimetri ed è lunga in totale 138 cm. Questo modello con rete di metallo e in colorazione verde è in vendita a 26 euro.

Qualcosa di leggermente più professionale è invece il Red darkness catfish strong in vendita sempre su PianetaPesca, una nassa tonda in rete resistente e idrorepellente con imboccatura ed anelli in metallo. Questo bartavello è lungo 3 metri ed ha una bocca con diametro di 45 centimetri, e può essere vostro al prezzo di 35 euro.

Infine sullo stesso portale web è disponibile un modello più costoso e professionale, la nassa “Colibri” a forma rettangolare in nylon con rete idrorepellente e rivestimenti con guaina protettiva. E’ lunga 3 metri ed ha una bocca di 50 centimetri e sono richiesti 66 euro per averla.

Leggi la nostra Disclaimer sui Prezzi. Cliccando sui prodotti sarà possibile trovare anche il miglior usato di qualità professionale a prezzi economici!